subscribe: Posts | Comments

Freelance che cerchi collaborazione? ecco come!

Commenti disabilitati su Freelance che cerchi collaborazione? ecco come!

Freelance che cerchi collaborazione? ecco come!

Mentre la quantità di liberi professionisti in tutto il mondo aumenta a un ritmo incredibile, i progetti di collaborazione stanno diventando più che mai realtà.
Perché una persona che ha scelto di essere un libero professionista (enfasi sul libero) dovrebbe prendere in considerazione l’idea di collaborare con altri professionisti?

Perché collaborare?

Uno dei motivi per collaborare con un altro libero professionista è quello di ampliare quegli orizzonti creativi o imprenditoriali.
Lavorare con qualcun altro, specialmente qualcuno che lavora nello stesso campo, ti fornirà informazioni su un diverso tipo di processo.
Un altro vantaggio è quello del completamento del servizio. Se viene visualizzato un elenco di lavoro degno di nota per il quale non sei pienamente qualificato o un cliente corrente richiede un servizio in cui non sei specializzato, una collaborazione potrebbe essere la chiave.

Come faccio a trovare un collaboratore freelance?

Collaborazione significa lavorare insieme con altre persone.
Prima di iniziarne una quindi, è necessario cercare e trovare un collaboratore freelance o più di uno disposti a lavorare con te. Ma come fare? Ecco alcuni suggerimenti:

  • Meetup di WordPress: la community di WordPress è una risorsa incredibile da esplorare quando si cerca qualcuno con cui lavorare. Il bello della comunità WP è che si tratta di un insieme di varie specialità. Sono presenti programmatori, scrittori, designer, esperti di marketing, specialisti SEO, sviluppatori che vogliono costruire i propri siti web.
  • Spazi di co-working: questa è un’opzione interessante che non è disponibile ovunque, ma sta sicuramente crescendo in popolarità. Uno spazio di co-working è un luogo che consente ai lavoratori remoti di avere un posto di lavoro autonomo, che si tratti di poche ore o di un anno intero. Di solito sono disponibili tariffe in abbonamenti forniti con vantaggi come la propria scrivania o l’indirizzo postale aziendale. Questo è un ottimo posto per trovare liberi professionisti che la pensano allo stesso modo, e spesso viene fornito con un palpabile senso di comunità.
  • Gruppi di Facebook: i gruppi di Facebook come Advanced WordPress e Freelancers ‘Hub sono ideali per conversazioni schiette e risposte rapide alle domande. Puoi trovare nuove informazioni e un gruppo affamato di liberi professionisti desiderosi di iniziare qualcosa di nuovo.
  • Startup Weekend e seminari: forse il modo più facile per stringere nuovi rapporti. Durante questi eventi capita spesso di fare la conoscenza di speaker disposti a raccontarti le proprie carriere e le proprie esperienze.
  • Siti di annunci: anche i siti di annunci possono aiutare in maniera notevole. Servizi come Twago o 99designs possono risultare molto utile se si è alla ricerca di collaboratori freelance.

Come collaborare in maniera corretta ed efficace?

La collaborazione con un altro libero professionista può essere illuminante. Può essere produttiva e redditizia ma può anche essere complicata. Non dimenticare che stai lavorando con un altro agente libero come te. Stai collaborando con qualcuno che probabilmente si sente allo stesso modo tuo. Quindi:

  • Definisci i termini: proprio come qualsiasi altro accordo stipulato da un libero professionista, è una buona idea stipulare un contratto con il proprio collaboratore. Non è personale o dispettoso; è solo intelligente. Delineare le responsabilità di ogni persona, delineare esplicitamente i termini di pagamento e consentire un qualche tipo di piano di risoluzione nel caso in cui le cose non vadano come previsto.
  • Mantieni l’uguaglianza: A meno che tu non voglia specificamente una partnership disuguale, è importante mantenere la tua uguaglianza in una collaborazione. Sii onesto e esprimi le tue opinioni, non importa quanto sciocche possano sembrare nella tua testa. Il processo decisionale, la comunicazione con il cliente e qualsiasi modifica devono essere concordati da entrambe le parti per evitare l’amarezza e garantire una sana collaborazione.