subscribe: Posts | Comments

Liquido base per sigaretta elettronica

Commenti disabilitati su Liquido base per sigaretta elettronica

La sigaretta elettronica, lanciata sul mercato italiano qualche anno fa.

Essa permette di inalare vapore, senza però l’uso della combustione, come avviene, invece, nella sigaretta normale.

La sigaretta elettronica è stata ideata per sostituire il fumo dannoso del tabacco, questo non significa che non sia ugualmente insalubre.

Appena venne proposta sul mercato, infatti, era considerata non nociva, pur dimostrando minore pericolosità per la mancanza di combustione, non si esclude che faccia comunque male pur non sviluppando alcuna combustione, quindi di conseguenza non produce catrame, monossido e nemmeno carbonio.

Ci sono due diversi tipi principali la sigaretta di prima generazione e la sigaretta di seconda generazione.

La prima esteticamente imita quella tradizionale con batterie ricaricabili o no e la cartuccia già comprensiva di liquido; le seconde, invece, sono fornite di batterie ricaricabili di alta potenza e danno la possibilità di ricaricare il serbatoio ogni volta che il liquido si consuma.

Il suo uso prevede infatti l’inalazione del vapore di un liquido base, insieme ai vari aromi, in base al gusto personale che risulta contenere una base acquosa.

Esistono vari tipi di sigarette elettroniche, che differiscono esteticamente ma sono destinate sempre allo stesso utilizzo.

 

I liquidi per sigarette elettroniche

 

Il liquido base di questi dispositivi elettronici è necessario per favorire l’esatta simulazione di una sigaretta classica, offre infatti tutti i particolari necessari, come anche quello della combustione che viene falsata da un led rosso sull’estremità.

Per offrire al consumatore una sensazione non diversa rispetto alla classica sigaretta.

Il liquido base è contenuto nella cartuccia, presente anche in questo dispositivo.

L’inalazione del liquido sotto forma di vapore avviene grazie alla batteria che riscalda i componenti e li trasforma nello stato vaporoso, qui la combustione è totalmente assente.

 

I componenti dello svapo

 

I componenti principali del liquido base sono: acqua distillata, glicole propilenico e glicerina vegetale.

Questi componenti vengono poi accostati a nicotina e aromi di vario tipo, scelti base alle preferenze del fumatore, infatti la nicotina non è obbligatoria ed è stesso il consumatore a deciderne la quantità.

 

I migliori aromi per sigaretta elettronica

 

liquido base sigaretta elettronicagusti migliori per sigaretta elettronica sono tantissimi, possono essere a gusti alla frutta, dolci e anche ispirati ad alcolici, come ad esempio il whisky.

Alcuni sapori sono, invece, ispirati alla classica sigaretta per richiamarne l’aroma.

Il gusto della sigaretta è totalmente personalizzabile è, infatti possibile scegliere anche un aroma neutro che non presenta fragranze oppure crearne uno personale presso i punti vendita specializzati.

E’ possibile anche acquistare componenti già miscelati.

 

Il Kit iniziale per cominciare subito a svapare

 

Le sigarette solitamente vengono vendute, per chi inizia, sotto forma di kit che comprende il dispositivo, un carica batteria (per la batteria ricaricabile presente nel dispositivo) e un liquido per abituarsi.

L’utilizzo della sigaretta elettronica è semplice ed intuitivo.

Al termine delle miscele è possibile acquistarle presso venditori autorizzati.

Le varie miscele hanno un scadenza, quindi è bene tener conto di quest’ultima per salvaguardare la saluta.

La sigaretta elettronica insieme ai suoi componenti, infine, è sicuramente un’ottima alternativa alle classiche sigarette che risultano molto pericolose per la salute.