subscribe: Posts | Comments

Quali prodotti usare per idratare la pelle del neonato?

Commenti disabilitati su Quali prodotti usare per idratare la pelle del neonato?

neonato e igiene personaleI neonati hanno bisogno di attenzioni e cure continue che toccano molti aspetti, dall’alimentazione all’igiene, dalla salute al riposo, ma anche la pelle richiede importanti gesti d’amore.
La cute dei bambini molto piccoli, infatti, può risultare particolarmente delicata e suscettibile di allergie, screpolature, disidratazione e rossori, ecco perché diventa indispensabile nutrirla ed idratarla correttamente con i prodotti giusti.

Prodotti utili contro i rossori

I rossori della pelle del neonato sono purtroppo molto frequenti, non solo per variazioni di temperature piuttosto brusche ma anche per sfregamenti continui della delicata pelle sugli elastici dei pannolini. L’arrossamento da pannolino può insorgere anche come forma di allergia ad alcuni componenti del pannolino stesso, oppure come risposta al ristagno di feci e urine direttamente a contatto con la cute. In questi casi un prodotto che si rende davvero utile in totale naturalezza, rispettando il pH cutaneo, è la pasta emolliente a base di ossido di zinco (15%), olii vegetali e amido di riso; essa agisce attraverso questi elementi riducendo efficacemente l’azione irritante delle sostanze che hanno provocato la reazione cutanea e riportando al normale equilibrio il pH della pelle. L’ossido di zinco agisce come antinfiammatorio, l’amido di riso come lenitivo e gli olii vegetali come idratanti. Applicata quotidianamente sui rossori permette la guarigione delle irritazioni presenti e ne evita l’insorgenza di nuovi.

Il miglior prodotto contro la secchezza cutanea

Non è raro che la pelle dei neonati, soprattutto nei primi giorni dopo la nascita, tenda ad una secchezza eccessiva, spesso conseguente ai troppi bagnetti o agli sbalzi di temperatura della casa. In queste situazioni l’uso di creme delicate a base di burro di karitè, olii vegetali e lanolina si rivelano davvero efficaci nel ricreare la giusta barriera cutanea, idratando a fondo il derma e consentendo alla pelle di rispondere positivamente agli stimoli esterni che ne causano secchezza. Anche l’olio di mandorle e l’olio di germe di grano risultano utili. Applicare queste creme una volta al giorno, soprattutto sulle zone più secche e disidratate, permette di prevenire la problematica della secchezza, a cui spesso seguono anche dolorose lesioni e spaccature.

Come idratare correttamente manine e viso del neonato

Se l’applicazione di creme sul corpo del neonato è contemplata e anche consigliata, quella sul viso e sulle mani va invece eseguita solo se indispensabile. Il viso del neonato è forse la zona in assoluto più delicata e allo stesso tempo più esposta, per cui il gesto più adeguato e corretto è quello della detersione con prodotti specifici a base di calendula e pantenolo (vitamina B5) capaci di mantenere, già con il solo lavaggio, una corretta idratazione. In casi davvero necessari, l’applicazione delle creme emollienti e lenitive a base di prodotti naturali, certificati e garantiti può essere spalmata come un velo solo sul dorso del naso e su fronte e guance, facendo attenzione ad allontanarsi dagli occhi, dalla bocca e dalle narici. Sul viso si possono tranquillamente applicare anche prodotti a base di olio di oliva. Poiché il bambino tende istintivamente a portarsi le mani alla bocca, sarebbe opportuno non applicarvi alcuna crema per evitare che, inavvertitamente, ingerisca piccoli quantitativi di cosmetici.

Consigli generali

A prescindere dai tipi di prodotti applicati, la cute del neonato può migliorare il suo stato di protezione naturale se si mettono in atto piccoli gesti d’attenzione quotidiana: evitare di lasciare umida la pelle dopo i bagnetti, soprattutto in corrispondenza delle pieghe delle ascelle, del collo e dell’inguine, così come cambiare spesso i pannolini ed utilizzare indumenti coprenti ma traspiranti, può risultare di enorme aiuto nella cura della pelle del neonato.