subscribe: Posts | Comments

In che modo l’attività dei social media può essere utilizzata per migliorare gli effetti degli spot pubblicitari

Commenti disabilitati su In che modo l’attività dei social media può essere utilizzata per migliorare gli effetti degli spot pubblicitari

Gli spettatori televisivi sono sempre più coinvolti nel multitasking tra i media mentre guardano la televisione. Un’attività multischermo prevalente è la “social TV“: il consumo simultaneo di televisione insieme alle discussioni sui social media sui programmi televisivi. Mentre le interazioni online con la programmazione televisiva possono portare a un pubblico più coinvolto e attento, le attività di social TV possono anche distrarre gli spettatori dalle pubblicità. È stato riscontrato che i programmi per i quali c’è un alto numero di chat online (i cosiddetti programmi sociali) hanno un pubblico più ampio e hanno maggiori probabilità di essere visti dal vivo piuttosto che registrati e visualizzati in un secondo momento.

Chi lavora nel mondo del marketing dovrebbe preoccuparsi della social TV. Essa potrebbe facilmente creare un’esposizione gratuita per il marchio online, estendere la portata delle campagne pubblicitarie televisive allo spazio online e offrire feedback in tempo reale agli inserzionisti su come vengono ricevuti i loro annunci. Per ottenere il massimo dai social media per la pubblicità televisiva, questi sono i consigli degli esperti nella realizzazione spot pubblicitari.

1. Sviluppa una strategia sui social media per i programmi TV

Per le reti televisive e i proprietari dei prodotti da pubblicizzare, è importante disporre di una strategia efficiente sui social media. Incoraggiare le discussioni relative al programma, ad esempio, può aumentare la dimensione totale del pubblico e la frazione del pubblico impegnato nella visione dal vivo. Inoltre, i programmi con un’elevata attività di social TV attirano inserzionisti interessati ad aumentare le vendite online.

 Individua i migliori programmi

Gli inserzionisti devono essere consapevoli del fatto che non tutti gli “spettacoli sociali” sono efficaci. L’attività sui social media relativa al programma in generale non è sufficiente per garantire il passaparola (anche detto WOM, acronimo per word of mouth) atteso dagli inserzionisti. Raggiungere un pubblico abbastanza ampio attraverso la pubblicità è solo una parte del gioco. Se gli inserzionisti vogliono raggiungere un pubblico ancora maggiore attraverso l’attività sui social media derivante dai loro annunci televisivi, devono identificare quei programmi che favoriscono le conversazioni relative agli spot.

Adatta la pianificazione dei media e le strategie di progettazione degli annunci

Gli annunci in onda all’inizio della pausa tra un programma e l’altro sembrano ricevere meno attenzioni perché il passaparola aumenta in genere dopo il primo annuncio. Ciò è rilevante per le strategie di acquisto, poiché il primo spot in una pausa pubblicitaria è spesso considerato il più ambito dagli inserzionisti. Tuttavia, gli inserzionisti possono aumentare le WOM online per gli annunci del loro brand incorporando inviti all’interazione, come l’utilizzo di un hashtag o l’introduzione di un indirizzo web di riferimento, nel design dell’annuncio. Comprendere una celebrità che è anche nel programma dopo il quale va in onda l’annuncio sembra aumentare in modo sostanziale il marchio online WOM. Gli annunci più lunghi sono un altro fattore che traina il WOM, così come l’inclusione dei prezzi, che incoraggia le vendite online.